Il velluto diventa rock

Un colpo di fulmine quello per la moda, i tessuti “Made in Venice” e soprattutto per i ricami e le pietre preziose. Questa è la storia di Giulia Bevilaqua, ultima generazione della famosa e prestigiosa famiglia di imprenditori tessili veneziani.

Cresciuta tra telai e stoffe preziose, la trentenne Giulia crea borse gioiello dal mood contemporaneo, realizzate con i velluti lavorati con i telai del Settecento, provenienti dalla Scuola della Seta della Repubblica di Venezia; velluti preziosi lavorati a mano. La chiave di questi accessori è racchiusa in un mix di ingredienti, mai banali, dall’amore per la sua città d’origine, Venezia per l’appunto, fino alle suggestioni di vivere ogni giorno.

Sottolinea la creativa Giulia: «Sono cresciuta in mezzo ad antichi telai e stoffe preziose, ho amato questa splendida arte della tessitura, un colpo di fulmine sin da bambina. Dopo alcune esperienze in aziende di moda, ho creato per la prima volta, nel 2016, la mia linea di borse a marchio BVL Venezia utilizzando i velluti dell’azienda di famiglia, la Tessitura Luigi Bevilacqua. Ancora uso la mia prima borsa, è un modello unico a cui sono molto affezionata, realizzato con velluti di jacquard, che ha un pattern azzurro e nero, arricchito da una broche di pietre in cristallo».

Non seguo le stagioni il mio progetto è quello di rivedere in chiave fashion e glamour i velluti nati per l’arredo di importanti residenze, musei e chiese, e unirli a pellami di qualità, alle pietre ricamate a mano. Accessori unici, realizzati in esclusiva dalle sapienti mani dei maestri artigiani che operano nei laboratori della Riviera del Brenta.”

Nascono così pezzi unici, come la pochette casual elegante “Basset”, e la raffinata shopper da giorno “Deer”, senza dimenticare la trasversale “Gazelle”. Giulia si muove tra mille cromie e sfumature, un continuo lavoro di ricerca che ha un solo obiettivo, quello di creare modelli custom made, dal gusto classico, ma anche rock da usare in tutte le occasioni! Anche l’abbinamento con la pelle per queste borse in velluto è un dettaglio importante, perché richiede una lavorazione ancora più particolare. Una creatività, senza confini, che l’ha portata a realizzare anche un originale portachiavi con la forma del timone del bragozzo, la tipica imbarcazione veneziana.