Thailandia e India insieme per rilanciare l’industria delle gemme e dei gioielli

Il Dipartimento per la Promozione del Commercio Internazionale (DITP) ha organizzato un webinar per discutere le potenziali opportunità commerciali tra l’industria della gioielleria indiana e thailandese post COVID-19, nonché in merito alla promozione della nuova versione di Bangkok Gems & Jewelry Fair prevista nel 2021.(BGJF).

Intitolato “Gestire la crisi, mitigare l’impatto con la strategia di sopravvivenza e rinascita per l’industria legata ai gioielli Post COVID-19″, il webinar ha attirato i principali attori nel settore delle gemme e dei gioielli sia dalla Thailandia che dall’India. Lo scopo del webinar era scoprire modi per promuovere la cooperazione tra i due Paesi asiatici.

Jittima Nakamano, direttore del Thai Trade Center di Chennai, ha dichiarato: “L’epidemia da COVID-19 ha colpito l’industria delle gemme e dei gioielli in tutto il mondo, a causa del blocco, del distanziamento sociale e della mancanza di domanda di gemme e gioielli. Da gennaio ad aprile 2020, il valore delle esportazioni di gemme e prodotti di gioielleria thailandesi (escluso il greggio) è diminuito del 25,31% pari a 1,77 miliardi di dollari, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.”

“Con il sostegno del governo thailandese, stiamo spingendo in modo aggressivo le attività di esportazione in India, Giappone, Stati Uniti e Medio Oriente”, ha aggiunto, aggiungendo che il DITP è rimasto in prima linea negli sforzi del Paese per sostenere le sue gemme e l’industria dei gioielli, in particolare le sue esportazioni.

A causa dell’attuale clima globale, il DITP si sta attualmente concentrando sulla trasformazione dell’evento in una nuova versione. “Con il COVID-19, dobbiamo adeguarci e utilizzare le piattaforme online per promuovere l’industria delle gemme e dei gioielli della Thailandia”, ha affermato Nakamano.

Jiira Silver Jewelry

Il DITP aveva inoltre avviato programmi per supportare molte PMI e MSME nel settore.

“Abbiamo in programma diverse attività di marketing e programmi di formazione per rendere la Thailandia un hub regionale nel settore”, ha affermato Nakamano.

La Thailandia era già pronta ad avanzare con la nuova versione della Bangkok Gems & Jewelry Fair (BGJF) nel 2020. Ma abbracciando una Nuova Era di normalità, questa BGJF in arrivo sarà completamente nuovo, come mai vista prima d’ora. BGJF rappresenterà la fiera online di gioielli più ampia dell’ASEAN. Adottando il tema, Mani Magiche della Thailandia, BGJF metterà in evidenza le abilità dei maestri delle gemme e artigiani della gioielleria thailandese, con un focus specifico su pietre preziose colorate, pietre preziose e semi-preziose, nonché gioielli in argento.

Per quanto riguarda le relazioni commerciali bilaterali tra India e Thailandia, la signora Nakamano ha ritenuto che ci fosse molto spazio per un’ulteriore cooperazione tra i due Paesi.

Sanjay Kothari, ex Presidente del Consiglio per la Promozione delle Esportazioni di Gemme e Gioielli dell’India (GJEPC) e Presidente del Consiglio di abilità di gemme e gioielli dell’India (GJSCI), ha dichiarato che le dimensioni delle esportazioni di gemme e gioielli in India si sono contratte a causa della situazione globale a 18-20 miliardi di dollari USA. Anche il mercato nazionale delle gemme e dei gioielli del paese era attualmente valutato in 20 miliardi di dollari. Ha sottolineato quindi i vantaggi dell’iniziativa India Jewellery Excellence Symposium (IJES) e ha suggerito che la Thailandia dovrebbe aderirvi.

Mehul Shah, vicepresidente della Bharat Diamond Bourse, ha discusso della stabilità della Bharat Diamond Bourse (BDB). Ha anche affermato che la World Federation of Diamond Bourses (WFDB) era il più grande gruppo specializzato in diamanti del mondo con 30 membri in tutto il mondo. A causa del blocco in India, la produzione di diamanti si è interrotta negli ultimi due mesi, rendendo però un ottimo momento per investire in diamanti.

Phuket Khunaprapakorn, amministratore delegato di Gemburi, ha elogiato il governo thailandese per il sostegno alle gemme e all’industria dei gioielli del Paese durante la situazione attuale, fornendo prestiti agevolati, strutture tecniche e sostegno ai lavoratori. Ha aggiunto che il mercato delle gemme di Chanthaburi è stato il primo a riaprire nel mondo post-COVID-19.

Ora il mercato è tornato all’80% dei suoi livelli pre-coronavirus con la proiezione di spedire quanto prima le proprie gemme in India.

Mithun Sancheti, CEO di Caratlane, ha affermato che i consumatori acquistano sempre più gioielli online e che l’obiettivo principale ora è quello di raggiungere il consumatore giusto.

In conclusione, tutti i relatori hanno concordato sul fatto che sia l’India che la Thailandia potrebbero trasformare l’attuale scenario commerciale globale lavorando in sinergia tra loro.

BGJF era e resterà una delle fiere più acclamate al mondo, con opportunità commerciali di gioielli preziosi a 360°.

Foto per gentile concessione: Pranda Jewelry Group (Immagine principale)